Come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato

5 Motivi per Non Bere Alcol/Alcool/Alcolici - [Siate Responsabili Se Bevete] - Come Smettere di Bere

Russia 1 posto su alcolismo

Pi precisamente, il pensiero eclettico e nomade di Gilles Deleuze, autentico cinphile, che ha voluto dedicare al filmico due volumi, Limage-mouvement e Limage-temps In questa sede ci soffermeremo in particolar modo sul primo di questi, come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato prenderemo in esame uno dei concetti in cui si articola la tassonomia figurativa elaborata da Deleuze: limmagine-pulsione.

Nata come categoria apparentemente transitoria se non irrilevante, questa immagine coniuga lapprossimazione con cui viene tracciata ad una propensione, in ambito cinematografico, per un universo di pezzi e abbozzi.

Un ambito frammentato, oscuro, descritto dal filosofo francese in maniera altrettanto criptica. Tenteremo, quindi, di ricomporre il puzzle dellimmagine-pulsione, sia sul piano dei rimandi culturali, sia da un punto di vista critico. La prima parte della trattazione sar inizialmente concentrata su testi di Deleuze.

Analizzeremo i presupposti che diedero vita al suo dittico sul cinema, poi ci soffermeremo sullimmagine-pulsione e le sue caratteristiche salienti.

Collocheremo questa immagine sia sul piano orizzontale che la pone accanto ad altri concetti interni a Cinema 1 Limmagine-movimento e Cinema 2 Limmagine-temposia su quello verticale dei rimandi culturali che associativamente e storicamente le sono affini, soprattutto il Naturalismo teorizzato da mile Zola e la psicanalisi di matrice freudiana.

In un momento successivo verranno presi in analisi testi che hanno chiosato il pensiero deleuziano e limmagine-pulsione, senza dimenticare interventi anteriori alla pubblicazione de Limagemouvement che ne hanno, in qualche modo, riconosciuto le tracce. Tra questi commentatori, un posto di rilievo spetta sicuramente a Roberto De Gaetano, lo studioso italiano che maggiormente ha raccolto la sfida lanciata da Deleuze, cogliendone lo spirito produttivo e fecondo.

In appendice presente la trascrizione di una conversazione avvenuta tra chi scrive e il prof. De Gaetano su alcuni punti chiave di questo lavoro. Nella seconda parte saranno ospitati esempi deleuziani e non di immagine-pulsione, autori e singoli film. La trattazione sar condotta in base a due criteri dominanti: tematico e audiovisivo. Lanalisi audiovisiva, memore degli studi di Michel Chion, accompagner largomento principale di questo lavoro, ovvero la sopravvivenza di aspetti pulsionali nel cinema contemporaneo.

Una delle ipotesi di permanenza di queste tracce di immagine-pulsione si come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato su un uso anomalo del suono. Al fine di ricomporre il mondo come direbbe il prof. De Gaetano marcato da questa immagine, adotteremo in appendice una forma. Lo stesso Deleuze, persona diffidente nei confronti del mezzo televisivo, accett di girare una lunga video-intervista Labcdaire de Gilles Deleuze in cui gli venne chiesto di esprimersi su ventisei concetti ricorrenti della sua filosofia.

Larticolazione alfabetica rispecchia non solo la costruzione per piani indipendenti e liberamente componibili propria di molti testi deleuziani, ma sottolinea anche limportanza che vengono ad assumere i singoli concetti, un rilievo sempre superiore a quello di una solo ipotetica sovrastruttura, di fatto assente. Non c mai un sistema in Deleuze, ma un rizoma di concetti. In fin dei conti anche nel dittico sul cinema non come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato presentata n una storia della settima arte n una vera e propria tassonomia, ma solo un fluire libero di intuizioni, citazioni, riverberi.

Analogamente, lAlfabeto della pulsione in appendice a questo lavoro giocher a mettere a confronto le diverse occorrenze del type immagine-pulsione. Lobiettivo sar di mostrare come limmagine pulsione, le cui espressioni paradigmatiche hanno radici antiche nella storia del cinema, abbia sempre contenuto tratti del cinema moderno, nonostante al giorno doggi fatichi ad emergere in forme pure. Deleuze ; tr. Gilles Deleuze ha visto molti film in vita, e ha sempre tenuto sottocchio lo sviluppo della critica filmica, in particolare il cot dei Cahiers du cinma.

Le prime avvisaglie della sua volont di scrivere sul cinema appaiono in unintervista delrilasciata ai Cahiers 1, in cui parla di Godard. Lintervista verteva su Six fois deux, lavoro televisivo del regista. Lintero pensiero deleuziano sul cinema incorniciato perlomeno aperto e chiuso da riflessioni sul mezzo televisivo. La prima volta che Deleuze parla di Godard quindi per commentare una delle sue incursioni televisive degli anni 70; lultima volta che fa esplicito riferimento al cinema in una lettera scritta per il Cin journal di Serge Daney2, lettera in cui parla nuovamente di Tv, stavolta opponendola al video.

Esiste in realt un ulteriore accenno di Deleuze alla dimensione filmica. In Foucault, testo di fatto contemporaneo del Cin journal, il filosofo come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato su temi propri dellImmagine tempo.

Uneccezione, tuttavia, che conferma la regola. Solo nella lettera a Daney Deleuze propone argomenti che sviluppano in maniera sostanziale il dittico sul cinema. Possiamo quindi mantenere il frame televisivo in cui sinscriverebbe la trattazione deleuziana della settima arte. Nellintervallo tra questi due testi la prima intervista ai Cahiers e il contributo al Cin journal non vi solo la stesura di Cinema 1 e 2, ma anche, dopo tutto, la fine di unepoca.

Il cinema moderno sembra esaurire la sua forza e la Tv, che poteva sembrare un approdo creativo per molti registi si pensi anche a ci che ha realizzato la Rai tra gli anni 60 e i 70perde completamente credito. Il nuovo, per entrambi, sembra essere lelettronica, il video. Oggi diremmo il digitale. Deleuze vide tutto questo gi nel Godard a une belle formule: pas une image juste, juste une image. Les philosophes devraient dire aussi, et arriver le faire: pas dides justes, juste des ides3.

Deleuze citer molte volte il motto di Godard, lo far suo. Si tratta di un motto non solo autoironico e ricco di falso? Unimmagine giusta sembra dovere essere prima di tutto verificata, sembra dover dimostrare di attenersi a criteri precostituiti.

Allora, giusto unimmagine. Il discorso che Deleuze costruisce a margine di Godard verte su due punti salienti di Six fois deux: il lavoro e la divisione del lavoro, visti in chiave marxista, e linformazione. Questultima non deve essere pi trasparente e vagamente dogmatica, anzi, suggerisce Deleuze, deve essere sommersa dal rumore e dalla ridondanza, usando termini propri della Information Theory.

La predominanza del rumore fa s che linformazione non arrivi al fruitore come unimposizione, ma debba essere cercata e riconosciuta. Deleuze descrive successivamente quello che diventer il piano dimmanenza popolato dalle immagini-movimento, presupposto basilare di Cinema 1: un piano sterminato di sole immagini, tra cui anche la.

Le prmier chapitre de Matire et Mmoire dveloppe une tonnante conception de la photo et du mouvement de cinma dans leur rapport avec les choses: la photographie, si photographie il y a est dej prise, dej tire dans linterieur mme des choses et pour tous les points de lspace Ibidem, p.

Deleuze arriva a dire che Henri Bergson godardiano, nel senso che Godard riprende parti del suo pensiero e le rinnova tanto da superare i concetti da cui prende spunto. Infine il filosofo, rispondendo ad una domanda sulla presunta attrazione di Godard per il numero due e in generale i rapporti diadici, dichiara di non considerare affatto Godard un pensatore dialettico. Secondo Deleuze il modus operandi del regista di diversa natura, cio guidato da una singolare paratassi: Cest qui compte, chez lui, ce nest pas deux ou trois, ou nimporte combien, cest ET, la conjonction ET.

Ibidem, p. Juste une image, unimmagine dopo laltra, senza che una sia dominante rispetto allaltra. Deleuze insiste su questo punto anche in Dialogues, conversando con Claire Parnet 5. I punti di contatto tra il pensare per immagini del cineasta e il pensiero per concetti del filosofo sono molti. Allinterno di questo frame si possono riconoscere molti dei tratti che saranno propri di Cinema 1 e del pensiero deleuziano: la.

Il y a des images, les ides aussi sont des images, parce que les images ne sont pas dans la tte, dans le cerveau. Cest au contraire le cerveau come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato est come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato image parmi dautres. Les images ne cessent pas dagir e de ragir les unes come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato les autres, de produire et de consommer. Il ny a aucune diffrence entre les images, les choses et le mouvement.

Cahiers du cinmap. Nelin una conferenza parigina, Deleuze presentava le istanze chiave del suo primo volume sul cinema, a partire proprio dal piano di immanenza. Questo piano, che lui come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato al piano della materia di Bergson, ha tre caratteristiche principali e scaturisce da una catena di eguaglianze:.

Il piano dimmanenza, o piano di materia, per Deleuze un postulato fondamentale. E lambito in cui si trovano le immagini, tutte intrinsecamente dotate di movimento. Sulla sua superficie vi sono anche collezioni di linee come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato figure di luce, e blocchi spazio-temporali.

Movimento, luce, materia e tempo si compongono liberamente, casualmente, per dare vita a fenomeni e innescare meccanismi, non solo cinematografici. Quando Limmagine-movimento apparve nellimpressione che si ebbe fu quella di una tassonomia piuttosto rigorosa, confermata. Questo intento viene esplicitato anche in unaltra intervista ai Cahiers6, realizzata contemporaneamente alla pubblicazione di Come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato 1.

Deleuze ripete di non considerare il proprio studio una storia del cinema, ma piuttosto una classificazione la Mendeleev, una storia naturale del cinema in cui si trattano film, autori e generi come se si fosse di fronte ad animali o piante, o addirittura una tassonomia, superiore per grado alla classificazione. Una classificazione come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato classificazioni, il che ci conduce nei pressi della scelta, da parte dello studioso, di materiale critico preesistente per costruire il suo discorso filmico si veda il prossimo paragrafo.

In occasione della sua terza intervista ai Cahiers7, pubblicata alluscita de Limage-temps, Deleuze parla ancora di questa sua passione classificatoria, citando come punti di riferimento Balzac e Borges.

Una classificazione non mai perfetta, sostiene, sempre un tentativo a cui apportare infiniti aggiustamenti. Alcune caselle della tassonomia risulteranno troppo piene, altre, come limmagine-pulsione di cui ci occuperemo diffusamente, saranno meno popolate.

Limportante che tutte abbiano unidentit come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato. La sua mira precipua produrre eventi, non essenze astratte. Latto classificatorio nasce, come la filosofia, con un intento creativo, anche se si parte da materia che ha gi vita propria.

Riordinare, astrarre, non sufficiente: i nuovi concetti ottenuti mediante il gesto tassonomico devono avere una reale forza come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato. Laltra caratteristica immediatamente visibile dei due testi deleuziani viene rilevata da Marie-Claire Ropars-Wuilleumier in 6. Cinmaction la scelta della seconda mano.

Deleuze, come riferimento costante per i suoi due testi, propone una scelta di fonti critiche preesistenti. In un certo senso si accinge a fare la critica della critica.

Tuttavia, come tipico del suo fare filosofia, i significati e le accezioni che prende in considerazione sono spesso da ri-attribuire, spostare lievemente, cambiare di contesto. Non sono mai citazioni veramente fedeli.

Per Serrano il lavoro di Deleuze chiaro come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato un punto: anche la teoria deve essere oggetto estetico, non solo i film o gli autori. I giudizi di valore sul lavoro critico altrui devono quindi essere intesi come un intervento costruttivo, mai arbitrario. E il gioco che Deleuze esercita su concetti non suoi non mancanza di rispetto, ma il vero asse portante del suo fare filosofia. Del resto, Una teoria del cinema non sul cinema, ma sui concetti che il cinema suscita, dice Deleuze a conclusione dellImmagine-tempo.

Deleuze dichiara immediatamente i due fari del suo lavoro, come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato sua logique du cinma come dice Leutrat in Cinema e cinema 58, osservando come, dopo Logica del senso e Logica della sensazione, Deleuze dia alle stampe quella che sar la sua logica del cinema.

Da Peirce Deleuze mutua gran parte dellimpianto lessicale, e prende spunto uno come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato ritenuto parodistico sempre da Leutrat in Cinema e cinema 58 per operare la sua consueta creazione di nuovi termini e concetti, creazione che sempre e comunque la rielaborazione, in un certo senso la decostruzione o un bric-a-brac, un collage, come osserva Raymond Come lorganismo dopo che lalcolismo è restaurato 9 di quanto gi presente sulla scena.

Le cerveau, cest lcran, Cahiers du cinma Le cinma lecteur de Gilles Deleuze, in Cinmaction Da Bergson trae invece lo spunto in parte distruttivo e critico per forgiare il suo concetto chiave: limmagine-movimento. Deleuze imputa a Henri Bergson la scoperta di una immaginemovimento, e pi profondamente di un immagine-tempo Deleuzetr. Lo studioso ricorda fin da subito come Bergson abbia criticato il cinematografo, ma non pu che accostare comunque lidea di immagine-movimento ricavata dalla lettura di Materia e Memoria, testo antecedente a quellEvoluzione creatrice che racchiude una seppur volatile frecciata contro la neonata immagine cinematografica al pensiero bergsoniano.

Per Deleuze il cinema immagine-movimento, poich, in termini magari un po ovvi, ci offre delle immagini in movimento.

Copyright © All Rights Reserved. 2018
Proudly powered by WordPress | Theme: BetterHealth by CanyonThemes.