Danno facente annunci sociale video di fumo di tabacco e alcolismo

Dott. Mozzi: Fumo di sigaretta, cibi affumicati, tumore al polmone, problemi respiratori

Il centro di dipendenza alcolica in Krasnodar

La dipendenza da tabacco, tra tutte le dipendenze, è una di quelle più conosciute, dibattute e analizzate. I media si occupano da anni di informare su danni provocati dal fumo, statistiche allarmanti mettono in guardia sugli effetti della nicotina nei vari organi. Negli anni Sessanta fumare era simbolo di emancipazione. E chiunque lo faceva, ovunque.

Il tumore ai polmoni rientra tra le prime cause danno facente annunci sociale video di fumo di tabacco e alcolismo decesso. Malattie cardio-vascolari, patologie della gola, respiratorie.

Da un punto di vista psicologico, ogni scuola darebbe la sua interpretazione a seconda della teoria di riferimento. Per poi proseguire il proprio sviluppo in fasi successive anale, fallica, genitale.

E vi si identifica a tal punto da non riuscire più a concepire la propria vita senza sigarette. Tuttavia magari la stessa persona si reca quotidianamente da un tabaccaio per acquistare le stesse sostanze impacchettate in carta dorata e pagando fior di quattrini per un veleno che potrebbe avere gratis. Per la valenza simbolica che si continua a dare al gesto del fumo. Il fumo in sé è nefasto, sgradevole, tossico. Chi fuma puzza. Finché ci sarà questa idea, questa illusione che il fumo è piacere, non si riuscirà a smettere.

Pura illusione. Ma la mente ci crede fermamente, ci si identifica. E soprattutto una mancanza danno facente annunci sociale video di fumo di tabacco e alcolismo consapevolezza.

Il fumatore sembra perdere totalmente il senso della realtà. A loro avviso non sono essi stessi incivili e irrispettosi, ma gli altri ridicoli e rigidi, poiché tossiscono o hanno ripugnanza per il fumo. Tutto pur di non vedere se stessi. E preferire non sapere. E quanto lontani siano dal rendersi davvero conto di cosa sia in realtà una sigaretta.

Operai e professori universitari. Magari sono feroci e critici per altri argomenti. Per se stessi sono clementi e disposti a chiudere un occhio, tutti e due danno facente annunci sociale video di fumo di tabacco e alcolismo occhi, e diventare completamente ciechi.

Chi fuma vorrebbe fumare indisturbato. Prova fastidio se qualcuno dimostra fastidio per il fumo. Le stesse persone che pretendono di fumare in ogni luogo, sono le prime a stupirsi se magari qualche genitore lascia urlare i propri bambini al ristorante, scandalizzandosi per altri comportamenti invadenti.

Come se dovessero essere tutti contenti e felici di subire puzza e tossine, soltanto perché la loro insicurezza e la loro scelta ricade sul fumo. Anzi provano rabbia per chi è esente da tale scelta. Questo a livello danno facente annunci sociale video di fumo di tabacco e alcolismo è un meccanismo di protezione.

E magari sono convinti di emanare fascino e carisma, mentre stanno semplicemente e lentamente avvelenando se stessi. Se stessi? Scattano mille alibi, e il proprio fumo è sempre meno nocivo di quello degli altri. Il fumo è una triste illusione. Il tabacco è al tempo stesso un anestetico emozionale, e un eccitante sul sistema nervoso.

Il fumo è un grande business mondiale. Le multinazionali sono felici che molte persone fumino. E fanno leva proprio sulla auto distruttività del singolo. Chi compra le sigarette si dimentica di alimentare il mercato mondiale dei produttori di tabacco. Sarebbe più economico sniffare la marmitta di scarico della propria auto. Costerebbe meno, ma non è incartato in un pacchetto dorato, ed è scomodo stare chinati per terra. Nei paese poveri si sniffa la colla da calzolaio dentro a un pacchetto di carta.

Sono solo abitudini e punti di vista formali. Ma la sostanza non cambia molto. La mente è sempre pronta a trovare scorciatoie e pronte assoluzioni, ammettere di avere una dipendenza, non tanto fisica ma psicologica, non è facile. Esiste un meccanismo ben preciso chiamato negazione, che protegge la psiche dal rendersi conto di alcuni propri comportamenti.

La libertà di come vivere è sacra. Magari prima di giudicare chi non ha fatto le stesse scelte, ogni fumatore irrispettoso farebbe bene a specchiarsi in se stesso, se riesce a farlo. E riconoscere le proprie contraddizioni. La dipendenza dalla sostanza è facilmente vinta in pochi giorni, la dipendenza affettiva- psicologica dal fumo si basa su una convinzione.