Alcolismo di preti ortodossi

Dobermann (1997) HD ITA " Un motociclista invisibile ! "

Il marito è cifrato e ha cominciato a bere

Difficile dire quanti siano i sacerdoti italiani condannati o semplicemente accusati di pedofilia e poi, spesso dopo una terapia, reintegrati nel ministero. La questione è seguita direttamente dal sottosegretario della Cei, monsignor Mauro Rivella.

I vescovi, dunque, dovranno anche riesaminare i casi di pedofilia che giacevano dimenticati in fondo agli archivi delle curie diocesane. Meglio tardi che mai. Carenza di vocazioni? Fiducia nella psicoanalisi? O solo pericolosa superficialità? I casi oggetto di verifica saranno, se necessario, portati davanti alcolismo di preti ortodossi commissioni di esperti per essere valutati.

La Cei non vuole che si ripeta più la vicenda di Lelio Cantini, il sacerdote fiorentino rimasto per anni al suo posto, nonostante le reiterate denunce delle vittime e dei loro familiari, finché nel il cardinale Ennio Antonelli ne ha finalmente chiesto la riduzione allo stato laicale. In Italia si contano circa 80 casi di abusi sessuali da parte del clero ai danni di minorenni, denunciati ufficialmente, per un totale di oltre vittime.

Mentre i casi coperti da segretezza e riserbo sono molti di più. In Italia sono nove i alcolismo di preti ortodossi che, in via del tutto riservata, curano i preti pedofili.

Pedofilia, depressione, alcolismo, omosessualità, abbandoni: alcolismo di preti ortodossi vastissima la casistica di sacerdoti e religiosi che lo psichiatra Vittorino Andreoli ha seguito in questi anni. Di scuola freudiana, non credente ma non ateo, come tiene a precisareAndreoli è anche consulente per la Cei e per alcune importanti congregazioni religiose in tutto il mondo.

A Panorama presenta le conclusioni delle analisi condotte su sacerdoti italiani e stranieri. Storie di santi ed eretici, asceti e libertini, esorcisti e guaritori Piemmein cui presenta una straordinaria galleria di sacerdoti. Da questa ampia antologia ricava suggestioni e impressioni utili per il suo lavoro clinico. Crescono gli abbandoni dei sacerdoti e il tasso più alto si registra nel Nord-Est cattolico.

Came si spiega? In genere si ritiene che la causa principale degli abbandoni dei sacerdoti sia di carattere affettivo ed erotico. In realtà, dalla mia esperienza, ho rilevato che questa è solo una causa secondaria rispetto a una condizione di grande solitudine. Il prete un tempo era un punto di riferimento per tutta la società, aveva un ruolo riconosciuto, nel Veneto come nelle altre regioni di Italia.

Oggi la situazione è molto cambiata: a Verona, la mia città, ormai la messa è frequentata solo dal 17 per cento della popolazione. Alcolismo di preti ortodossi questo contesto il prete oggi sembra essere diventato quasi alcolismo di preti ortodossi, non viene più ricercato per un consiglio, non viene accolto dalle famiglie.

Questo produce gli abbandoni. Solo a Padova si sono registrati 18 abbandoni di sacerdoti in un anno. Ancora una volta non credo che questa sia la causa principale. Il giovane prete esce dal seminario convinto di essere forte e preparato, di fare parte di una élite, secondo un modello tradizionale di sacerdote. Arriva nel mondo e si trova solo e poco considerato.

Questo fa alcolismo di preti ortodossi la motivazione e lo rende più fragile a resistere allo stress e alle sollecitazioni. I pedofili possono essere curati? Naturalmente poi il soggetto va sempre tenuto sotto controllo e bisogna evitare di farlo trovare in situazioni che possano risvegliare quelle pulsioni. È necessario che psichiatri e psicologi siano presenti stabilmente in seminario. Ma è necessario che i rettori dei seminari non si limitino a chiamare gli psicologi solo quando rilevano qualche anomalia nel comportamento.

Psicologi e psichiatri, anche non cattolici, dovrebbero accompagnare il cammino di formazione dei giovani sacerdoti aiutandoli a conoscere meglio se stessi e a uscire con personalità più equilibrate.

Ingannando anche i propri formatori. Il problema della pedofilia è legato al celibato? Assolutamente no. La prova è che la pedofilia è molto diffusa anche nelle famiglie. Conosco tanti sacerdoti omosessuali. Non sono il loro confessore. Ma in molti di loro ho visto una grande carica di umanità e una straordinaria sensibilità. Mi auguro che un giorno anche gli omosessuali possano dare il proprio contributo alla diffusione del messaggio di Cristo come sacerdoti. Dopo avere studiato e curato tante patologie nei preti, che idea si è fatto, da non credente, del alcolismo di preti ortodossi Penso che il sacerdozio resti una grande opportunità per andare incontro alle persone.

Pur da non credente. Nel suo nuovo libro analizza anche figure di preti esorcisti. Crede alle possessioni diaboliche? Ci sono alcolismo di preti ortodossi di fronte alcolismo di preti ortodossi quali lo psichiatra si deve fermare. Tuttavia, nella mia esperienza non ho mai mandato un paziente da un esorcista mentre molti esorcisti mi hanno inviato casi da seguire.

È vero. Mi chiese di studiare dal punto di vista psichiatrico la questione delle possessioni diaboliche. Gli portai le mie conclusioni, osservando che la scienza per spiegare alcuni fenomeni non ha bisogno del diavolo.

Il clero sotto i riflettori della diocesi di Albenga. E in vaticano pensano di trasferirlo. Ex modello, palestrato, sangue argentino, un alcolismo di preti ortodossi nella Milano da bere.

Il 18 dicembre, con altri quattro diaconi, alcolismo di preti ortodossi ordinato sacerdote dal vescovo Mario Oliveri nella cattedrale di Albenga. La sua nomina ha già conquistato la pole position nel chiacchiericcio di paese. In mezzo: anni di sfilate, foto e locali notturni. Prima o poi ci faranno un film su questa diocesi.

La diocesi di Albenga-Imperia : preti, parrocchie, mila fedeli. Tanta devozione. Ma anche un clero chiacchierato. Una filiera di episodi finita sotto la lente delle gerarchie vaticane. Per alcolismo di preti ortodossi parlare di don Silvano De Matteisdenunciato per aver importunato durante una processione la moglie di un alto ufficiale della Marina.

O di Renato Giaccardiche ha patteggiato per reati con un minore. O di don Tirlaaccusato di essere un frequentatore di siti gay. E poi voci su preti diventati papà o che hanno cambiato sesso. Di questa effervescente arca di Noè, era inevitabile che prima o poi monsignor Oliveri venisse chiamato a rendere conto. In Vaticano la pensano diversamente.

Per due volte lo hanno invitato a fare le valigie per Roma e per due volte lui ha rifiutato. Gesù Cristo non ha detto affatto che i Suoi Seguaci avrebbero dovuto essere celibi affinché seguirlo. Non ha detto assolutamente che un prete avrebbe dovuto chiudersi in qualche chiesa per poter ammaestrare i Suoi fedeli.

Alcolismo di preti ortodossi ha detto secondo le Sacre Scritture che i suoi apostoli avrebbero dovuto girare per il mondo per cercare altri uomini e donne e farli diventare amici.

Se Gesù Cristo dovesse alcolismo di preti ortodossi ancora da alcolismo di preti ortodossi in carne ed ossa, si sentirebbe fortemente scandalizzato. E tutti i pedofili di qualsiasi tipo e ambiente li manderebbe dritti dritti al rogo, senza tanti complimenti. Se la Chiesa Cattolica non toglie di mezzo i pedofili dal suo ambiente, vuol dire che continua a coprire coloro che si sporcano di tale bassezza umana. Tutto il resto sono delle pure fandonie. Ho tanto rispetto per Lui.

Ma spero che cominci a pensare seriamente ad un futuro Concilio affinché risolvere il grande problema del celibato e della castità.

Altrimenti per dirla fuori dai gangheriche ne direste se proponessimo alcolismo di preti ortodossi farli eviscerare come capitava in tempi remoti? E non mi pare che abbia tale Concilio risolto alcolismo di preti ortodossi problema.

Ma lavorare alla luce del sole affinché non annidare altri tetri pregiudizi. Io ci spero. Perché ne abbiamo urgentemente tutti quanti bisogno. Devi essere connesso per inviare un commento. Davvero guariti? Effettua il login per rispondere. Lascia alcolismo di preti ortodossi commento Annulla risposta Devi essere connesso per inviare un commento.