Alcolismo di classificazione di una malattia

Schiava dell'alcol: ecco come ho smesso di bere

Quale erba è possibile guarire lalcolismo

La classificazione dei disturbi mentali è una questione delicata, che a lungo è stata sottoposta alcolismo di classificazione di una malattia variazioni in base alle diverse filosofie che hanno guidato, nelle successive fasi storiche, la ricerca scientifica. Nella storia della psichiatria e della psicologia dalla fine dell' Ottocento ad oggi in Europasono stati presi in considerazione diversi criteri, in base ai quali sono state costruite "mappe" o "griglie" più o meno dettagliate ed accurate.

Philippe Pinel -medico francese, viene celebrato ai nostri giorni come colui che " tolse le catene ai pazzi ". In Italia, la legge Basaglia del ha fatto chiudere i manicomi per spostare l'asse di trattamento sul territorio. Il principio di base è che il malato psichico ha gli stessi diritti del malato fisico, e ogni forma di dualismo è da ritenere un approccio errato.

Attualmente è considerabile malattia ogni stato di sofferenza in ambito non solo fisico e mentale, ma anche relazionale, familiare, sociale e lavorativo. La psicopatologia generale descrittiva, di matrice italiana o dei paesi latini in genere, portava l'attenzione alla funzione colpita dalla malattia e costruiva una prima distinzione tra:.

Un altro criterio, usato nei paesi latini ed in quelli anglosassoni, focalizzava l'attenzione sull'età di insorgenza della malattia o del disturbo e pertanto distingueva in. Un altro criterio, di matrice tedesca Kraepelin concentrava l'attenzione sull'andamento della malattia, distinguendo quindi i quadri clinici in:.

La psichiatria classica tedesca costruiva un sistema volto a distinguere tra reazioni conflittuali, sviluppi neurotici, strutture neurotiche, sviluppi psicopatici, pseudopsicopatie, alcolismo e tossicomanie, come segue:. Se adottiamo il criterio dell'origine del disturbo psicologico, è possibile distinguere le malattie mentali in tre grandi categorie:. Col termine di " psichiatria dinamica " si intende un indirizzo alcolismo di classificazione di una malattia psichiatria che:.

Questa brevissima rassegna mette in evidenza la diversità di scuole, teorizzazioni, orientamenti e tendenze in materia di psicologia, psicoterapia, psicoanalisi e psichiatria che, ai giorni nostri, sono tutti contemporaneamente presenti.

Di fronte a questa situazione, e ai possibili problemi di incomprensione tra i diversi operatori nel campo, l'Associazione Psichiatrica Americana USAfin dal si è preoccupata di creare uno strumento comune ed un alcolismo di classificazione di una malattia base di riferimento, che potessero costituire un linguaggio comune ed univoco che fosse al di sopra delle differenze tra le diverse scuole e teorie.

Questo lavoro, in continuo aggiornamento e revisione, ha prodotto il "Manuale alcolismo di classificazione di una malattia e statistico dei disturbi mentali" denominato DSM Diagnostic and Statistical Manual of Mental Disorders che viene regolarmente riaggiornato, ed ha avuto un impatto tale, da essere prima adottato in tutti i paesi di lingua inglese ed in seguito tradotto in cinese, danese, olandese, finlandese, alcolismo di classificazione di una malattia, tedesco, greco, italiano, giapponese, norvegese, portoghese, spagnolo, svedese.

I campi nei quali il DSM è principalmente utilizzato sono quelli della psicologia, psicoterapia, psichiatria sia private che pubbliche, nella medicina legale, nei tribunali e nell'amministrazione della giustizia in genere, nei contesti istituzionali pubblici e alcolismo di classificazione di una malattia ospedalizzazione. Il criterio scelto dai compilatori del DSM è quello della descrizione estremamente accurata del disturbo e nella sua relativa catalogazione.

Il DSM pertanto fornisce una descrizione dettagliata di ogni disturbo precisandone le modalità, le manifestazioni associate, il decorso, l'età di insorgenza, le menomazioni, le eventuali complicanze, i fattori predisponenti, la prevalenza, la distribuzione tra i sessi, la familiarità ed i criteri per la diagnosi differenziale da altri disturbi. Classificazione nomotetica dei disturbi psichici. Un altro criterio, usato nei paesi latini ed in quelli anglosassoni, focalizzava l'attenzione sull'età di insorgenza della malattia o del disturbo e pertanto distingueva in arresti e ritardi dello sviluppo psichico autismo, oligofrenia, epilessia e malattie organiche incidenti sulla psiche, traumi fisici e psicologici, fattori genetici e costituzionali malattie della età evolutiva nevrosi, psicosi, malattie organiche incidenti sulla psiche, traumi fisici e psicologici, intossicazioni volontarie da droghe o alcolismo di classificazione di una malattia e intossicazioni accidentali da elementi nocivi, fattori genetici e costituzionali malattie e disturbi della età adulta nevrosi, psicosi, stati depressivi, involutivi, malattie degenerative e in genere malattie organiche che incidono sulla psiche e sull'umore, intossicazioni volontarie da droghe o alcol e intossicazioni accidentali da fattori nocivi malattie e disturbi dell'età involutiva malattie psichiche ed organiche tipiche dell'invecchiamento.

Un altro criterio, di matrice tedesca Kraepelin concentrava l'attenzione sull'andamento della malattia, distinguendo quindi i alcolismo di classificazione di una malattia clinici in: quelli evolutivi in senso peggiorativo, nei quali il malato peggiora sempre più ad es.

Se adottiamo il criterio dell'origine del disturbo psicologico, è possibile distinguere le malattie mentali in tre grandi categorie: psicogenesi: sono le nevrosi di tutti i tipi, non hanno causa organica ed i sintomi sono interpretati dalla psicoanalisi come espressione di un conflitto che spesso risale all'infanzia e che ha radici nel primo nucleo familiare; il conflitto costituisce un compromesso tra i desideri spesso rimossi e la realtà.

Si tratta di disturbi che insorgono in seguito ad un avvenimento esterno e che possono compromettere più o meno gravemente l'equilibrio psicologico di una persona; parliamo quindi di nevrosi o psicosi gravidica, puerperale, da lutto, da shock, da guerra, da incidente, da trauma, da detenzione, da tortura, da avvenimenti eccezionali e di particolare gravità.

Roberto Vincenzi " Riflessioni sulla classificazione delle malattie e dei disturbi mentali ". Sito ICD 10 delsu who. Portale Medicina. Portale Psicologia. Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.